Il momento migliore per rimanere incinta

In ogni ciclo ci sono solo pochi giorni di fertilità in una donna. Poiché molte donne non conoscono il loro periodo di fertilità, una coppia su due potrebbe cercare una gravidanza nel momento sbagliato avendo rapporti sessuali nei giorni sbagliati.1 Se conosci il tuo ciclo mestruale e sai quando avviene la tua ovulazione, puoi massimizzare le tue possibilità di concepimento. Se desideri saperne di più e trovare delle risposte sul momento migliore per rimanere incinta, continua a leggere.

1.
Qual è il momento migliore per avere rapporti sessuali al fine di rimanere incinta?

Il momento migliore per provare ad avere un bambino è nei giorni che precedono l'ovulazione e nel giorno dell'ovulazione stessa (l'ovulazione è il processo in cui un'ovaia rilascia un ovulo). Poiché gli spermatozoi possono vivere fino a 5 giorni all'interno del corpo di una donna, anche il rapporto sessuale nei giorni precedenti l'ovulazione può portare a una gravidanza. 

C'è un mito comune secondo cui tutte le donne hanno un ciclo di 28 giorni, ma non è così. Il 52% dei cicli mestruali varia da 5 a più giorni2; quindi usare un metodo per identificare quando avviene l'ovulazione può aiutarti a rimanere incinta. 

2.
Puoi rimanere incinta in qualsiasi momento del mese?

No, dovrai avere rapporti sessuali nei giorni precedenti l'ovulazione e durante l'ovulazione stessa. I giorni più fertili sono il giorno prima e il giorno dell'ovulazione. Una volta avvenuta l'ovulazione, l'ovulo sopravviverà fino a 24 ore se non sterilizzato. I metodi che ti indicano solamente l'ovulazione (dopo il rilascio dell'ovulo) non ottimizzeranno le tue possibilità di rimanere incinta in quel ciclo perché non appena sai che è avvenuta, è troppo tardi per la fecondazione. Non sarà così se sai che sta per avvenire l'ovulazione.

3.
Come posso monitorare i miei giorni fertili?

Il monitoraggio dei tuoi giorni più fertili può aiutarti a pianificare quando avere rapporti sessuali per rimanere incinta. Di seguito è riportato un riepilogo di alcuni dei metodi disponibili:

  • Monitora i tuoi ormoni
    Un modo preciso per identificare i tuoi giorni fertili è monitorare i tuoi ormoni. Quando c'è un aumento dell'LH (ormone luteinizzante), significa che rilascerai un ovulo nelle successive 24-36 ore, quindi un test di ovulazione che rileva il tuo aumento di LH ti fa sapere quando sono i 2 giorni più fertili.  Altri test di ovulazione rilevano anche l'aumento degli estrogeni che si verifica prima del picco di LH, identificando il periodo di fertilità più ampio.
  • Usa un'app o un dispositivo indossabile
    Le app e alcuni dispositivi indossabili (come i dispositivi di monitoraggio fitness) utilizzano il metodo del calendario per identificare i giorni fertili. Monitorare la durata dei cicli mestruali può aiutarti a creare un quadro poiché l'ovulazione si verifica in genere tra 12 e 15 giorni prima dell'inizio del ciclo successivo.  Tuttavia, la durata dei cicli può variare e l'ovulazione può variare anche a cicli regolari. Altri dispositivi indossabili utilizzano la temperatura corporea basale (BBT) per calcolare i giorni fertili.  
  • Cerca le variazioni della BBT
    La temperatura del tuo corpo a riposo aumenterà leggermente dopo l'ovulazione. Se misuri la temperatura corporea ogni mattina prima di alzarti dal letto e la tieni monitorata, noterai un andamento. Dato che sei più fertile due o tre giorni prima che la tua BBT aumenti, saprai di aver rilasciato un ovulo solo quando è troppo tardi.
  • Cerca i cambiamenti nelle secrezioni vaginali
    Il monitoraggio delle perdite vaginali può anche raccontarti i tuoi giorni più fertili. Poco prima di rilasciare un uovo, la consistenza del muco cervicale può essere chiara, bagnata, elastica ed è più favorevole agli spermatozoi. Dopo l'ovulazione, diventa più spessa, torbida e meno visibile.  L'uso di questi sintomi per monitorare la fertilità può non essere corretto ed è meglio farlo con una formazione esperta.  Dovresti consultare il medico in caso di secrezione anomala.    

4.
In che modo il monitoraggio ormonale ti indica quando è più probabile rimanere incinta?

Il monitoraggio ormonale è un modo preciso per identificare i giorni fertili e aiutarti a rimanere incinta.  

Un aumento del livello di estrogeni si verifica prima dell'ovulazione e l'identificazione di questo aumento indica che hai una maggiore possibilità di rimanere incinta. Gli estrogeni provocano il cambiamento del rivestimento dell'utero per sostenere un ovulo fecondato in caso di gravidanza.  Cambia anche la consistenza del muco cervicale per renderlo più adatto agli spermatozoi.

L'aumento degli estrogeni provoca il rilascio di un altro ormone, l'ormone luteinizzante (LH). Questo aumento di LH si verifica in genere dalle 24 alle 36 ore prima dell'ovulazione, il processo in cui un ovulo viene rilasciato da un ovaio. L'identificazione del picco di LH indica l'inizio dei 2 giorni più fertili, quando è più probabile che tu rimanga incinta.  

La maggior parte dei test di ovulazione rileva il picco di LH che identifica i 2 giorni più fertili. Puoi anche eseguire i test di ovulazione che rilevano l'aumento degli estrogeni in modo da poter identificare una finestra di fertilità più ampia.  

5.
Quanto ci vorrà per rimanere incinta?

Alcune donne rimarranno incinta più rapidamente di altre. In effetti, fino al 40% delle donne ha impiegato più tempo del previsto per rimanere incinta3, ma oltre l'80% delle coppie di solito concepirà entro un anno se hanno rapporti sessuali regolari.4
Il tempo necessario per rimanere incinta dipende da fattori come:

  • età 
  • salute 
  • anamnesi familiare e medica 

La maggior parte degli esperti raccomanda alle donne di consultare un medico se non riescono a rimanere incinte entro un anno se hanno meno di 35 anni. Se hai 35 anni o più, consulta il tuo medico se non riesci a rimanere incinta entro sei mesi5. Se hai più di 40 anni, dovresti consultare immediatamente il medico. 

6.
Qual è l'età ottimale per rimanere incinta?

La fertilità di una donna diminuisce con l'età. Quindi, quando hai 20-29 anni, hai maggiori probabilità di essere fertile e hai le migliori probabilità di rimanere incinta. Ma non hai necessariamente bisogno di rimanere incinta tra i 20 e i 29 anni (se hai 30-39 anni hai ancora molto tempo). In effetti, secondo il CDC, il tasso di donne che partoriscono tra 30 e 39 anni è maggiore rispetto alle donne che partoriscono tra 20 e 29 anni6. Quindi, se non hai 20-29 anni, non hai perso l'occasione. Potrai sempre avere un bambino sano e rimanere incinta a più di 35 anni; vale la pena parlare con il medico per avere le migliori possibilità di concepimento

Cercare un bambino è uno dei momenti più emozionanti per la vita di una coppia e conoscere il tuo corpo e quando sei al massimo della fertilità può aiutarti a rimanere incinta più rapidamente.


Link alle fonti

  1. Johnson SR., et al. Hum. Repro. (2011) 26: i236.
  2. Soumpasis I et al (2020) Human Reproduction Open.
  3. Study of 5000 women in US, UK, Germany, Italy and China (2018).
  4. NICE Clinical Guideline CG146 (2013) www.nice.org.uk/guidance/CG156.
  5. https://www.cdc.gov/reproductivehealth/infertility/index.htm, aggiornato il 16 gennaio 2019.
  6. https://www.cdc.gov/nchs/data/vsrr/report002.pdf pubblicato in giugno 2017.